Le diverse tipologie di organizzazione giuridica delle imprese previste dal codice civile e la Ditta Individuale

In altro articolo di questo blog abbiamo parlato di auotonomia patrimononiale perfetta ed imperfetta.

Per poter meglio comprendere in quale delle due situazioni ci troviamo, ossia se abbiamo a che fare con un soggetto giuridico dall’autonomia patrimoniale perfetta o imperfetta, è indispensabile avere un’idea chiara delle diverse tipologie di impresa previste dal Codice Civile.

Il nostro codice, infatti, prevede differenti forme giuridiche con le quali svolgere la nostra attività d’impresa, e sono le seguenti:

  • ditta individuale
  • società di persone:

– società semplice
– società in nome collettivo
– società in accomandita semplice

  • società di capitali:
    – società a responsabilità limitata
    – società a responsabilità limitata semplificata
    – società per azioni
    – società in accomandita per azioni.

 

La ditta individuale

La ditta individuale è quel tipo di impresa che fa riferimento a un solo titolare, l’imprenditore. Essendo lui l’unico “responsabile” di tutto il processo imprenditoriale, il rischio d’impresa ricade solo su di lui. Questo significa che l’intero patrimonio dell’imprenditore individuale è soggetto al rischio d’impresa. In caso di insolvenza dei debiti della ditta individuale, egli risponde nei confronti dei terzi con tutti i suoi beni, anche personali, presenti e futuri. La ditta individuale può configurarsi anche come impresa familiare o azienda coniugale.

 

Continua l’approfondimento del tema. Leggi anche questi articoli relativi all’autonomia patrimoniale ed alle altre forme societarie

Commenta tramite Facebook