Se hai un’azienda e vuoi sapere come tutelare il tuo patrimonio personale  – tenendolo totalmente separato da quello della tua impresa e quindi  completamente al riparo rispetto a eventuali disavventure aziendali –  oppure sei un creditore e vuoi capire se puoi soddisfarti anche sui beni personali, oltre che aziendali, del tuo debitore, devi assolutamente conoscere un concetto giuridico fondamentale che è quello di autonomia patrimoniale.

Per capire il concetto di Autonoma patrimoniale partiamo da un domanda: “Chi paga i debiti della società? solo la società con il suo patrimonio oppure anche i soci con il loro patrimonio personale?”

La risposta a questa domanda è:   “dipende dal grado di autonomia patrimoniale del tipo di società prescelto per svolgere l’impresa!”

Ancor prima di spiegare cos’è l’autonomia patrimoniale occorre però introdurre il concetto di patrimonio e successivamebte quello di autonomia patrimoniale.

Il patrimonio è l’insieme dei diritti ed obblighi, aventi natura economica, che fanno capo ad una persona fisica o giuridica.

I beni che costituiscono il patrimonio di un soggetto servono da garanzia per i suoi debiti, nel senso che il creditore, in caso di mancato pagamento, o – come si dice in gergo tecnico – in caso di inadempimento, può, attraverso una vendita forzata dei beni del debitore cioè mediante le aste giudiziarie, ottenere il soddisfacimento del suo diritto con le somme ricavate dalla vendita: è la cosiddetta  funzione di garanzia generale svolta dal patrimonio del debitore.

L’art. 2740 del codice civile stabilisce infatti che “Il debitore risponde dell’adempimento delle obbligazioni con tutti i suoi beni presenti e futuri”.

Occorre quindi analizzare il secondo concetto chiave: quello dell’autonomia patrimoniale, ovvero l’indipendenza del patrimonio di una persona giuridica, detto patrimonio autonomo, rispetto a quello dei suoi componenti.

L’autonomia patrimoniale è il grado di separazione  tra il patrimonio di una persona e quello di un altro soggetto giuridico ad esempio una società.

Può essere perfetta imperfetta.

L’autonomia patrimoniale è PERFETTA quando il patrimonio della società è totalmente separato ed autonomo rispetto a quello dei soci. In questo caso dei debiti societari risponde solo la sua società con il suo patrimonio.

L’autonomia patrimoniale è invece IMPERFETTA quando non c’è questa netta separazione dei due patrimoni e quindi i soci possono essere chiamati a rispondere dei debiti della società anche con il loro patrimonio personale quando quello della società è insufficiente.

Ad esempio, l’autonomia patrimoniale delle società di persone è imperfetta, quindi per i debiti sociali possono essere chiamati a rispondere anche gli stessi soci (o alcuni di essi, secondo il tipo di società).

Diversamente le società di capitali possiedono un’autonomia patrimoniale perfetta, in quanto dei debiti sociali risponde solo ed esclusivamente la società con il suo patrimonio.

Come avrai certamente capito dunque, scegliere il tipo di società più giusto per esercitare la tua impresa ti può consentire di mettere al riparo il tuo patrimonio personale attraverso l’autonomia patrimoniale perfetta del tipo di società prescelto.

Lo stesso concetto ti potrà certamente essere utile nel rapporto con i tuoi clienti debitori, consapevole del fatto che far credito a certi tipi di società senza avere alcuna garanzia può essere un rischio quando non puoi rivalerti sul patrimonio personale dei soci.

Commenta tramite Facebook